Excite

Sci Alpino, Coppa del Mondo: Lindsey Vonn out a Beaver Creek, ma pensa già a Sochi

  • Getty Images

"Se non avessi avuto il tutore non sarebbe rimasto nulla del mio ginocchio. Sfortunatamente è un brutto momento per me ma sono ancora fiduciosa. Sento di avere tanto da conquistare in questa stagione, devo solo pensare giorno per giorno. E da qua a Sochi c'è tutto il tempo per recuperare". Lindsey Vonn, intervistata da 'Today', riesce a mantenere l'ottimismo nonostante il nuovo stop. La campionessa statunitense ha riportato una nuova lesione parziale del legamento crociato anteriore del ginocchio destro dopo la caduta durante una sessione di allenamento a Copper Mountain.

La Vonn già lo scorso febbraio era stata operata al ginocchio destro e questo nuovo infortunio mette in forte dubbio la sua partecipazione ai prossimi Giochi olimpici invernali di Sochi ma lei resta ottimista: "Ho fatto fisioterapia, sto meglio ma fra un paio di giorni dovrei cominciare a provare la neve a Vail e vedere come va - ha spiegato - se le cose vanno bene, potrei tornare a sciare la prossima settimana. Le sensazioni sono buone, sono fiduciosa ma finché non torno sulla neve non posso dire molto. Ho bisogno di sentirmi stabile sugli sci, la strada è lunga e quello che posso fare ora è rimanere positiva".

Nel frattempo domani le sue colleghe velociste saranno in pista a Beaver Creek, per la discesa di Coppa del Mondo. Si gareggerà sui difficili ed impegnativi 2.530 metri della nuova pista Raptor appositamente tracciata per le donne in vista dei Mondiali che la località ospiterà nel 2015 insieme alla vicina Vail.

Nelle prime due prove cronometrate si sono messe in evidenza soprattutto la svizzera Lara Gut, l'austriaca Anna Fenninger, la statunitense Staecy Cook e Tina Werather del Liechetensetin. Le azzurre sono state a ridosso delle migliori ma ancora troppo lontane dal podio sopratutto con Sofia Goggia e Francesca Marsaglia. Oltre a loro domani in pista ci saranno Daniela Merighetti, Verena Stuffer, Camilla Borsotti, Nadia ed Elena Fanchini, Johanna Schnarf ed Elena Curtoni. Proprio quest'ultima è caduta nella seconda prova volando nelle reti: nessun danno evidente se non una gran botta ad un braccio. A Lake Louise, in Canada, continuano intanto le prove in vista della prima discesa degli uomini jet in programma sabato e seguita domenica da un supergigante.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018