Excite

Sci Alpino, Universiadi: Esordio d'oro per l'Italia con Cazzaniga, Bosca bronzo bis

  • Federico Modica

Grande Italia nella giornata d'apertura dello sci alpino alla XXVI Winter Universiade Trentino 2013, con un oro e un bronzo subito al collo del team azzurro nella discesa libera. Davide Cazzaniga, 21 anni, ha trionfato davanti al francese Blaise Giezendanner e all'altro italiano, il milanese Guglielmo Bosca. Quella di Cazzaniga è la quarta vittoria in discesa libera per l'Italia nella storia delle Universiadi Invernali, dopo i successi di Bruno Confortola nel 1975, di Franco Marconi nel 1978 e di Igor Cigolla nel 1985. "Nella parte iniziale ho faticato a trovare il ritmo, ma poi ho trovato la giusta determinazione e delle buone linee. Una giornata fantastica. Sono felicissimo ma non mi accontento e non ho nessuna intenzione di festeggiare perchè voglio ripetermi anche in superG. Dopo penserò alla festa”, ha spiegato l'azzurro.

E oggi bis per Guglielmo Bosca, bronzo anche nel superG. La medaglia d'oro è stata conquistata dal 22enne francese di Chamonix Blaise Giezendanner con il tempo di 1:22.32, che è riuscito ad agguantare il successo dopo il secondo posto in discesa. Medaglia d'argento all'altro transalpino Nicola Raffort, staccato di 55 secondi. Un po' rammaricato Emanuele Buzzi, sesto in discesa e quarto in superG, a soli 5 centesimi dalla medaglia di bronzo a causa di qualche imperfezione in vari passaggi, seppure senza gravi errori.

Proprio oggi anche dal ghiaccio è arrivata una medaglia: Mirko Giacomo Nenziha chiuso secondo nei 500 metri maschili di speed skating. L’azzurro di Marano ha conquistato la medaglia d’argento nella gara vinta dal giapponese Tsubasa Hasegawa, che ha fatto segnare il miglior tempo in entrambe le due serie disputate. Medaglia di bronzo per il coreano Kim Sung Gyu. “Il ghiaccio dopo la prima prova è in parte peggiorato – ha spiegato Nenzi – la medaglia d’argento è un risultato che mi soddisfa anche se a metà gara speravo nell’oro. Domani sarò al via dei 1500 metri, ma il mio grande obiettivo sono i 1000 metri, la distanza a me più congeniale come dimostrato dal secondo posto conquistato in Coppa del Mondo. Le Universiadi Invernali sono una competizione incredibile: c’è una grande atmosfera, sembra quasi di essere alle Olimpiadi”.

E a proposito di ghiaccio questo pomeriggio hanno preso il via le gare di pattinaggio di figura. Carolina Kostner, campionessa del mondo 2012 e cinque volte campionessa d'Europa, ha mandato il suo saluto a tutti i volontari e gli atleti impegnati nell'Universiade: "Sono molto dispiaciuta di non poter partecipare alle Universiadi, evento prestigioso che la nostra nazione ha il piacere di ospitare. Auguro al Comitato Organizzatore, ai volontari e a tutti gli atleti un grande in bocca al lupo!", ha detto l'azzurra.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017