Excite

Mondiali di Garmish, la Brignone è d’argento

Ci siamo stupiti per Hinnerhofer e le sue tre medaglie, ora cominciati i Mondiali di Garmisch femminili rimaniamo a bocca aperta per un’altra medaglia inaspettata ma altrettanto stupenda, l’argento di Federica Brignone in slalom gigante, che per solo 9 centesimi non festeggia l’oro andato invece alla slovena Tina Maze, mentre il bronzo è della grande favorita, la francese Tessa Worley ( che pensate era 19° al termine della prima manche).

Figlia d’arte, sua mamma è la slalomista Maria Rosa Quario (che gareggiava negli anni ’70-’80) la Brignone porta a 5 le medaglie dell’Italia, dopo le tre di Innerhofer ed il bronzo di Peter Fill, un altro grande traguardo per una giovane di 20 anni quest'anno già due volte salita sul podio della Coppa del Mondo: peccato solo per Denise Karbon (9° dopo la prima prova) che arriva fino al 4° posto sfiorando di poco il podio.

Sono troppo felice! Non so cosa dire, sono veramente contenta - ha detto la Brignone al termine della gara - . Dopo la prima manche avevo deciso di azzerare tutto e ripartite da zero e mi è servito perché ai Mondiali è così: o la va o la spacca. Sentivo che potevo veramente prenderla. Dopo la prima manche forse anche di più. Ho cercato di restare tranquilla e ci sono riuscita. La dedico a mio papà e mio fratello che sono rimasti a casa e ai miei nonni che ottantenni sono qua’.

Ordine d'arrivo: 1. Tina Maze (Slo) 2'20’’54; 2. Federica Brignone (Ita) 2'20’’63; 3. Tessa Worley (Fra) 2'21’’02; 4. Denise Karbon (Ita) 2'21’’28; 5. Viktoria Rebensburg (Ger) 2'21’’42; 6. Manuela Moelgg (Ita) 2'21’’43; 7. Jessica Lindell-Vikarby (Sve) 2'21’’55; 8. Marlies Schild (Aut) 2'21’’74; 9. Anja Paerson (Sve) 2'21’’75; 10. Elisabeth Goergl (Aut) 2'21’’79; Taina Barioz (Fra) 2'21’’79.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018