Excite

Sei Nazioni, Super Italia all'Olimpico: Irlanda battuta 22-16, Lo Cicero saluta

  • Getty Images

L'Italrugby chiude alla grande il Sei Nazioni 2013 così come l'aveva cominciato. Ancora una vittoria, la seconda per gli azzurri, dopo il successo con la Francia al debutto e le sconfitte subite contro Scozia, Galles ed Inghilterra, per salutare nel migliore dei modi il torneo. Allo stadio Olimpico di Roma Irlanda battuta per 22-15 (9-6): l'unica meta del match porta la firma di Venditti, che è andato a segno al 9' della ripresa dopo il via libera del Tmo.

Ultima apparizione in maglia azzurra per Andrea Lo Cicero, sostituito nella ripresa e osannato dai tifosi. “Ho finito da 'barone' (il suo soprannome, ndr) – ha detto il pilone azzurro, che lascia dopo 103 presenze, ai microfoni di Sky Sport - E' stato un grande confronto, maturando in un Sei Nazioni giorno per giorno e quello che conta oggi è aver vinto la partita mettendo sotto gli avversari nei momenti decisivi".

In classifica l'Italia chiude con 4 punti all'attivo, dimostrando di poter competere con le grandi d'Europa e fa ben sperare per il futuro. Subito convinti e aggressivi gli azzurri, nonostante l'assenza di un faro come Castrogiovanni. L'Irlanda a segno al 6' su punizione con il debuttante Jackson, cede e al 29' resta per dieci minuti con l'uomo in meno per il giallo inflitto a O'Driscoll per un calcio a Favaro. Nella ripresa l'Italia preme e, al 9' trova la meta grazie al Tmo, che convalida la schiacciata di Venditti. Orquera trasforma ed è 16-6. Al 13' Parisse si fa cacciare per dieci minuti per uno sgambetto, Jackson punisce il capitano azzurro con la punizione del 16-9 che fa da traino al gran momento dell'Irlanda, che spinge sull'acceleratore realizzando, sempre con il suo kicker, due ulteriori piazzati, al 18' e al 24'. Poi Orquera, al 30', calcia in mezzo ai pali il 19-15, ottenuto dopo il cartellino di Ryan che permette al XV di Brunel di finire con la superiorità numerica. Irlanda, dunque, battuta per la prima volta al Sei Nazioni.

"Siamo contenti perché la squadra ha mostrato una bella immagine, carattere e in qualche momento grande orgoglio", ha detto a fine gara il ct dell'Italia, Jacques Brunel. “Abbiamo cercato di giocare il nostro gioco, con un grande lavoro in difesa perché l'Irlanda è venuta qui per vincere. - ha concluso - Se vediamo le altre gare contro Francia e Inghilterra stiamo dando continuità alle nostre prestazioni. Contro le grandi squadre abbiamo mostrato sempre una bella immagine. L'anno prossimo dovremo andare in Francia e a Dublino, sarà più difficile, ma vogliamo lottare anche in vista della prossima Coppa del Mondo".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018