Excite

Sepang alle porte, Rossi-Lorenzo: ultimo duello

La Malesia è già alle porte e la Moto Gp si appresta per far capolino nel circuito di Sepang e tra i due maggiori contendenti al titolo, Valentino e Lorenzo, la gara che si sta avvicinando potrebbe essere l’occasione per chiudere un discorso, nel caso del primo, o di riaprirlo nel caso del secondo.

E siccome lo sanno bene entrambi ecco che comincia il classico duello a distanza, anche molto scaramantico, per sottolineare quanto sia alta la posta in gioco, dato che il Mondiale potrebbe già chiudersi qui: al Dottore basterà infatti mantenere un margine di 25 punti dopo la corsa malese, prima della passerella finale di Valencia.

"Il secondo posto di Phillip Island è stato oro per noi in termini di punti e ora andiamo in Malesia, un'altra delle mie piste preferite, dove mi giocherò il primo match point - spiega Valentino -. Naturalmente può accadere di tutto, ma è un'ottima pista per me e in generale per Yamaha, quindi sappiamo di avere buone possibilità. Abbiamo lavorato in modo assolutamente brillante in Australia e sappiamo che se saremo in grado di fare lo stesso a Sepang, allora avremo un altro buon fine settimana. Non vi è alcuna possibilità di rilassarsi: tutti sono molto concentrati, motivati ed entusiasti, e il nostro obiettivo numero uno per il fine settimana è quello di cercare di chiudere il campionato. Faremo del nostro meglio e poi vedremo dove saremo domenica notte".

Stesso discorso quella della motivazione che vale anche per Jorge Lorenzo, anche se si sta facendo largo in lui la consapevolezza che ormai il Mondiale è quasi andato: "Dopo la delusione di Phillip Island sono lieto di avere la possibilità di essere di nuovo in moto così presto - sottolinea lo spagnolo -. Non mi sono fatto male e sarò in buona forma per la gara. Non penso al campionato, ora, il mio obiettivo è quello di confermare il secondo posto nel mondiale in quella che è solamente la mia seconda stagione in MotoGP. Penso che questa sia una grande conquista e sarò felice se ci riuscirò. Sepang mi piace molto, lo conosco bene per averci provato molto e ho alcuni ottimi ricordi, soprattutto quello del 2007 quando vi ho conquistato il titolo della 250. Questa volta assieme alla mia squadra ci concentreremo per avere un buon weekend e ottenere quanti più punti possibile, in modo di raggiungere il nostro obiettivo”.

E proprio parlando di 250 c’è un altro fenomeno azzurro che ha parlato oggi ai microfoni di Studio Aperto, Marco Simoncelli che, scavalcato Barbera, ora in classifica sta ad uno schiocco di dita dal leader della classifica Aoyama, artefice tra l’altro di una prova mediocre a Philip Island: “La ricetta è sempre la stessa, poche pugnette e tanto gas – questo il commento di Sic sempre ispirato – io devo correre per me e non pensare agli altri, di sicuro darò tutto!

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017