Excite

Shannon non si spezza: ‘Fosse per me combatterei subito’

Solo due giorni fa ha preso un sacco di mazzate da Vitali Klitschko nel match valido per il mondiale dei pesi massimi, poi l’ospedale con traumi un po’ da tutte le parti ed oggi finalmente Shannon ‘The Cannon’ Briggs torna a parlare, segno quantomeno che si è ripreso dalla vagonata di pugni che lo ha letteralmente travolto ad Amburgo.

Tra le varie fratture quelle alle orbite oculari, quella del setto nasale e lo strappo al bicipite sinistro, ma da vero guerriero Shannon alza le testa e sarebbe già pronto a rimettersi in gioco: ‘Se potessi, mi batterei stasera stessa. Ho avuto una bella carriera, adoro battermi, ma la decisione la prenderà il mio capo, cioè mia moglie. C'è qualche piccola possibilità che lei mi faccia combattere di nuovo’.

Tante polemiche dopo il suo incontro, tante parole sono state infatti spese contro il coach che non ha buttato la spugna, ma The Cannon ora che sta meglio prende immediatamente le sue difese: ‘Sono io che ho detto chiaramente che non volevo abbandonare e che sentivo di poter mettere ko Klitschko nonostante le ferite. Ho avuto anche io le mie occasioni, ho messo un paio di destri che potevano anche metterlo ko – e continua.- Sabato sera ho passato momenti tra i peggiori della mia vita, ma ho mostrato a tutti cosa sono capace di fare. Se ci fosso l'opportunità di rifare tutto da capo, lo rifarei’. E se c’è qualche botta di troppo non c’è problema, mostrando il bicipite Shannon dice: ‘Aspettiamo che l'ematoma si riassorba per operare e ricostruire il tendine’.

Guarda il video dell’ultimo round tra Briggs e Klitschko

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019