Excite

Sono finite le Olimpiadi di Vancouver, la festa!

La festa è finita! Tra le note di Neil Young e in sottofondo la voce di Michael Bublè, anche l’edizione dei Giochi Olimpici di Vancouver 2010 si può archiviare. Sullo sfondo della cerimonia di chiusura, che per tradizione non è mai bella come quella di apertura ma è più che altro una fetsa per salutarsi, gli atleti entrano tutti insieme tra alci giganti che si gonfiano e giubbe rosse un po’ dappertutto.

Guarda le foto della Cerimonia di chiusura

Vancouver saluta e lascia spazio a Sochi 2014, in Russia, dove quel che sarà è ancora tutto da scoprire, ma giustamente da qui al 2014 ci sarà tutto il tempo per organizzare un evento spettacolare, sperando che il clima del Mar Nero non stressi atleti e organizzatori così come ha fatto quello del Pacifico qui a Vancouver. Gli unici a sfilare sono gli 82 portabandiera, tra i quali si notano Giuliano Razzoli, e la sua medaglia d’oro al collo, e la pattinatrice canadese Joanne Rochette, capace di vincere il bronzo nonostante la scomparsa della madre proprio ilo primo giorno delle Olimpiadi.

C’è poi anche spazio per dejavu quando il braccio meccanico del braciere olimpico, che nella cerimonia d’apertura non aveva funzionato, si alza alla perfezione, mentre nell’aria canadese si respira ancora l’entusiasmo per le tante medaglie portata a casa dai padroni di casa, mai così felici prima, e soprattutto la più importante, quella conquistata in finale proprio sugli States, nell’hockey. La cerimonia diventa poi festa, e col passare delle ore ci rende conto che le Olimpiadi sono finite… Compare anche Alanis Morrissette a salutare il pubblico e a far scendere il sipario su Vancouver 2010, l’appuntamento è a Sochi tra 4 anni.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017