Excite

Stoner fa poker ma Rossi, terzo, si diverte

Casey Stoner fa poker e per il 4° anno di fila si porta a casa il Gp d’Australia dopo un week-end dominato dall’inizio alla fine: pole position e gara perfetta sempre al comando, con solo Lorenzo a dar fastidio un po’ più indietro, ma non abbastanza per essere davvero una minaccia.

E come spesso accade nei Gp apparentemente noiosi i momenti che vale la pena di ricordare li regala Valentino Rossi, che parte dall’ottava posizione e per tutto il Gp spreme ogni singolo cavallo della moto infilando tutti gli avversari davanti a lui, Spies, Simoncelli, Dovizioso e Hayden fino alla terza posizione. Proprio lì però a 3 giri dalla fine ecco Hayden ricordarsi di essere stato un campione del mondo, e così giù a dar battaglia a Rossi per il 3° posto che diventa la sfida più accesa, con Valentino però che, dopo essere stato infilato, dà via ad uno spettacolare duello che alla fine gli vale la terza piazza.

Partire ottavo e finire terzo non è un cattivo risultato – ha detto Rossi a fine gara - Oggi Casey ha fatto uno sport diverso e voglio congratularmi con lui, per noi il podio è stato il massimo, ma è stata pur sempre una dura lotta arrivarci. Questo è il mio 13° podio in 14 anni di corse a Phillip Island e sono molto orgoglioso di questo record – ed infine una notizia molto attesa -. La Yamaha mi ha dato il permesso di provare la Ducati prima della fine della stagione’.

E così in attesa del Gp di Valencia, ultima gara della stagione in programma il prossimo 7 novembre, quando Rossi potrà provare la Ducati di Borgo Panigale, Valentino si gode da lontano i progressi di una moto che presto sarà tutta in mano sua.

    Ordine d'arrivo del Gp d’Australia:
  • 1. Casey Stoner (Australia) Ducati 41:09.128
  • 2. Jorge Lorenzo (Spain) Yamaha 41:17.726
  • 3. Valentino Rossi (Italy) Yamaha 41:27.125
  • 4. Nicky Hayden (U.S.) Ducati 41:27.163
  • 5. Ben Spies (U.S.) Yamaha 41:31.339
  • 6. Marco Simoncelli (Italy) Honda 41:34.145
  • 7. Colin Edwards (U.S.) Yamaha 41:44.296
  • 8. Aleix Espargaro (Spain) Ducati 41:55.322
  • 9. Marco Melandri (Italy) Honda 41:55.422
  • 10. Randy de Puniet (France) Honda 42:08.763

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018