Excite

Telecom Italia costretta al pit-stop

La Solidaire du Chocolate dopo 18 giorni di tempesta dà tregua alle imbarcazioni regalando sole ed Alisei, ma per Telecom Italia i guai non sono ancora finiti. La rottura del cuscinetto dello strallo, e una profonda crepa nella paratia dietro l'albero sono due problemi che hanno fatto perdere a Soldini e D’Alì la testa della gara, costringendoli in queste ore, mancano circa 500 miglia, ad una sosta pit-stop sull’isola caraibica St. Barth.

A bordo dell’imbarcazione è infatti impossibile eseguire la riparazione dato che servirebbe calma piatta a cause della necessità di arrampicarsi sull’albero, così, come da regolamento, la barca dovrà sostare almeno 3 ore nell’isola prima di poter ripartire, ma questo è l’unico modo per non perdere troppo terreno: "Ho parlato con Guillaume Verdier, il progettista di Telecom Italia – commenta Soldini al telefono satellitare - gli ho descritto la crepa e lui mi ha tranquillizzato. La tengo costantemente sotto controllo ma se non si allarga non dovrebbe causare problemi strutturali. Io e Pietro andiamo avanti, sperando di riuscire a riparare in fretta lo strallo per poter essere competitivi in tutte le andature".

Entro venerdì sera i due dovrebbero attraccare sull’isola, intanto però gli avversari guadagnano terreno: Initiatives-Novedia (De Lamotte-Hardy) è prima in testa al gruppo di imbarcazioni con 120,1 miglia di vantaggio su Telecom Italia, 124,8 su Cheminees Poujoulat (Jourdren-Stamm), 139,5 su Cargill-MTTM (Seguin-Tripon). Ora è tutto nelle mani del destino e dell’abilità di Giovanni Soldini.

Foto: soldini.it

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017