Excite

Terremoto, rugbisti eroi tra le macerie

Un terremoto di 5,8 gradi della scala Richter, a cui sono seguite diverse repliche, la prima di 4,7 gradi alle 4.37, tutto in una notte, tutto a l’Aquila. Il bilancio delle vittime sta aumentando ora dopo ora, e sono ancora molti i dispersi, tra le macerie, le case crollate e gli istituti.

Sono circa una trentina le vittime fin’ora accertate, ma potevano essere di più se non fossero prontamente intervenute le forze della protezione civile e tutti i volontari che sono scesi per le strade ad aiutare chi ne avesse bisogno.

E proprio di uno di questi atti di eroismo vogliamo parlare, compiuto da alcuni giocatori dell’Aquila Rugby, che non appena avvertito il terremoto, sono scesi in strada e hanno salvato tre donne anziane sepolte sotto le macerie, scavando solo con le mani, spinti dalla disperazione. Uno di questi giocatori si è caricato anche una bombola di ossigeno sulle spalle indispensabile ad una donna per la respirazione.

Si continua a scavare alla ricerca ancora di qualcuno in vita, ma man mano che passano le ore le possibilità di trovare dei superstiti diminuiscono sempre di più.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017