Excite

Test di Jerez, le modifiche premiano Pedrosa

Dopo il Gran Premio di Jerez, sempre sullo stesso circuito si sono tenuti ulteriori test che sono serviti ai piloti e alle casa costruttrici per provare nuovi motori o parti speciali che potranno essere utilizzati nei prossimi Gran Premi. E Anche nei test bene o male è stato confermato ciò che si è visto in gara, almeno nella prima parte: domina Pedrosa che ferma il cronometro con la sua Honda sistemata a 1'39.425 davanti a Valentino Rossi e Lorenzo.

Per Valentino appunto, che nonostante il dolore alla spalle ha collezionato 61 giri, c’è stata la possibilità di testare alcune modifiche al motore e su quello che, al momento, rappresenta il problema principale della sua M1, l'assetto in entrata di curva, con risultati incoraggianti che alla fine della giornata lo hanno piazzato dietro Pedrosa a 55 millesimi di ritardo e davanti a Lorenzo di 0.026.

Dietro i primi tre ha stupito senza dubbio Randy De Puniet che con la Honda privata di Lucio Cecchinello sta facendo progressi, come quelli fatti da Dovizioso, quinto ma con il forcellone posteriore che ieri ha usato Pedrosa in gara. Sesto e settimo Stoner e Hayden, mentre chiudono la top ten l’americano Ben Spies, con la Yamaha privata del team Tech3, Loris Capirossi su Suzuki, e Colin Edwards.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019