Excite

Tokyo 2020, logo Olimpiadi accusato di plagio dal Teatro di Liegi: il comitato lo ritira

  • YouTube
Tokyo 2020 cambia logo. Il comitato promotore delle Olimpiadi nella città giapponese ha assunto la decisione dopo l'accusa di plagio avanzata dal teatro di Liegi, città belga. Il designer, Olivier Debie, ha infatti notato le evidenti somiglianze tra il simbolo ideato dal collega giapponese Kenjiro Sano. Perciò il governatore della città, Yoichi Masuzoe, ha annunciato il ritiro del logo di Tokyo 2020.

La candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024

La scelta è maturata al termine del lavoro svolto da un'apposita commissione. Il logo di Tokyo 2020 è davvero molto simile a quello del Teatro di Liegi. Certo, potrebbe essere una semplice casualità. Tuttavia, le 'indagini' sulla carriera di Kenjiro Sano hanno sollevato qualche altro dubbio sull'originalità dei suoi lavori. Dunque, due indizi hanno fatto una prova. Eppure la scossa settimana, il responsabile del comitato organizzatore, Toshiro Muto, aveva difeso il simbolo: "Il design è originale, è un elemento grafico potente e al tempo stesso semplice", aveva dichiarato. Del resto la querelle era cominciata da qualche tempo.

Tuttavia, il designer belga Olivier Debie non è intenzionato a mollare la sua battaglia. Anzi, è pronta al rilancio: "La mia prima reazione è stata di dire 'va bene, ho vinto'. Ma in conferenza stampa hanno girato attorno al punto. Ritirano il logo non si sa bene perché e allora la denuncia va avanti", ha affermato. Intanto Tokyo 2020 deve progettare un nuovo logo con un aggravio dei costi e un prolungamento dei tempi. Un problema doppio per la città giapponese: le spese sono già aumentate esponenzialmente creando molte polemiche sugli sprechi.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017