Excite

Tragedia nella motonautica, è morto Cesare Vismara

Tragedia nel mondo della motonautica azzurra. E’ morto Cesare Vismara, il 36enne milanese, vincitore in carriera di tanti titoli mondiali ed europei che stava correndo in una competizione amateurs negli Stati Uniti, a Lake Havasu in Arizona.

Il pilota era in rimonta, alla caccia della prima posizione, quando nel tentativo di effettuare un doppiaggio si è allargato troppo finendo direttamente in un’altra corsia dove altri atleti effettuavano il ritorno dalla boa a tutta velocità in un rettilineo dove si raggiungono picchi elevatissimi sul contachilometri, l’impatto con uno di questi per Vismara è risultato fatale: il pilota è morto sul colpo.

Una tragedia che poteva essere evitata come denuncia Vincenzo Iaconianni, presidente della Federazione italiana motonautica, il quale affranto dalla tragedia non usa mezze misure nell’etichettare i promoter americani come “veri e propri macellai”: "Le autorità sportive italiane da anni denunciano la pericolosità di quel circuito americano che è lo stesso da vent'anni - dice Iaconianni - ed è ormai chiaramente inadatto alle potenze delle moto d'acqua. I rettilinei sono troppo lunghi e le virate troppo vicine. Se due piloti si ostacolano possono finire per invadere l'altra corsia, come purtroppo è accaduto a Vismara". Nell’incidente è rimasto gravemente ferito un altro pilota azzurro, Giorgio Viscone, che ha fatto un volo fino alla torretta dei giudici ed è stato poi trasportato d’urgenza in ospedale.

Uno sport questo dove il rischio è all’ordine del giorno, ma quel che è capitato a Vismara ha aperto mille polemiche: era un campione, un pilota conosciuto e di grande esperienza, ma nemmeno questo lo ha slavato. Ora rimangono solo gli interrogativi sul perché di questa tragedia che poteva, doveva, essere evitata.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017