Excite

Tutto pronto per i Mondiali di boxe, si comincia domani!

Forza, tensione, adrenalina. Tutto questo saranno i 15esimi campionati mondiali di pugilato dilettanti in programma da domani notte fino al 12 settembre presso il Mediolanum Forum di Assago, a Milano. L’Italia ovviamente si è già messa il suo vestito buono, ed è già pronta con la sua formazione migliore a sfidare i 623 pugili da 143 Paesi diversi.

Guarda le foto dell’oro nei Supermassimi a Pechino di Roberto Cammarelle

Nella formazione italiana ci saranno, oltre agli eroi olimpici di Pechino 2008, Roberto Cammarelle e Clemente Russo, Vincenzo Picardi, Vittorio Parrinello, Alessio Di Savino, Domenico Valentino, Dario Vangeli, Alessandro Marziali, Luca Podda e Gianluca Rosciglione, per oltre 73 ore di dirette tv.

L’evento è stato presentato presso la sede di Regione Lombardia, dall’assessore ai Giovani, Sport, Turismo e Sicurezza, Pier Gianni Prosperini, insiema al quale c’erano anche presidenti dell’International Boxing Association (Aiba) Ching-Kuo Wu, del Comitato organizzatore di Milano 2009 (Loc), Andrea Locatelli, della Federazione Pugilato italiana (Fpi), Franco Falcinelli e l’assessore della Provincia di Milano allo Sport, Tempo libero, Politiche giovanili e Pari opportunità, Cristina Stancari.

Ancheil Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha inviato un messaggio agli organizzatori per ribadire il suo sostegno personale e quello di tutta la giunta regionale per questo evento così carico di interesse sportivo: «Dopo le Olimpiadi di Roma del 1960 -ha scritto il Presedente della Regione Lombardia - torna in Italia un evento pugilistico di grandissimo rilievo e Milano, già designata Capitale Europea dello Sport per il 2009, oggi diventa anche la capitale mondiale del pugilato. Il percorso di avvicinamento a questo grande evento ha registrato una partecipazione straordinaria di pubblico, che ha mostrato un forte interesse per questo sport e un grande affetto per gli atleti azzurri».

«Un percorso -ha aggiunto Prosperini- per nulla semplice, ma l’assegnazione è il coronamento di un lungo lavoro cominciato due anni fa a Chicago quando si sono gettate le basi per riportare in Lombardia questo mondiale. Ci riappropriamo dunque di uno sport che era di Milano, ma che nella stessa città stava scomparendo».

«La vicinanza e il sostegno ai nostri campioni – conclude ancora Formigoni - sono il segno della ripresa di questo sport, conosciuto come la ’nobile artè proprio perchè richiede ai suoi praticanti di mettere in campo alcune qualità fondamentali dell’uomo, come il coraggio, la forza, l’intelligenza. Al tempo stesso è una disciplina che impone a chi la pratica di attenersi ai valori della lealtà, del rispetto dell’avversario, del sacrificio. Da questo punto di vista auspico che, anche con lo stimolo di questi campionati, un numero sempre maggiore di giovani possa accostarsi alla boxe, sport che può contribuire allo sviluppo del loro percorso formativo, sia sul piano fisico, sia su quello morale».

Insomma tutto pronto: in prima linea ovviamente ci sono Cammarelle e Russo, ma tutta l’Italia ha voglia di scoprire nuovi campioni che in futuro potranno regalarci, speriamo, emozioni pari a quelle di Pechino 2008.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017