Excite

Tutto pronto per la Diamond League. Bolt scalda Roma

Domani sera (giovedì) alle ore 21.45 si svolgerà la terza prova della Diamond League a Roma e, neanche a dirlo, il più atteso di tutti è Usain Bolt, re Mondiale della velocità in cerca di conferme dato che in primo luogo non si corre da 9 mesi e soprattutto l’ultima sfida, a Stoccolma, l’ha persa cedendo il passo a Tyson Gay.

Usain Bolt, 9.69 sui 100 metri

Lui è tranquillo, anche se si vede che è meno esuberante del solito, come a rendersi conto che le cose possono anche cambiare: ‘Non mi è successo niente di grave, quella sconfitta non mi ha assolutamente cambiato. Ho solo un po' di inquietudine per il fatto che non gareggio da tanto. Per la prima volta, sono nervoso. Voglio fare bene, senza infortunarmi – comincia Bolt in sala stampa - Non ho aspettative particolari, voglio solo fare bene senza infortunarmi. Ho lavorato molto in vista dei mondiali, mi sono preparato su forza e resistenza, guardate un po' che muscoli ho messo su, vediamo a che punto sto. Però nessun problema particolare, solo disagi, i medici mi hanno dato il via libera’.

Usain Bolt, 19.30 e record del mondo sui 200 metri

Solo allenamenti e tanta concentrazione dunque: ‘Il clima mi piace, ho una stanza molto bella in albergo e una meravigliosa playstation. Prima che diventassi famoso il mio allenatore me lo diceva: vedrai, se fai i tempi da vertice, la stampa ti starà tutta addosso. È vero, è il prezzo da pagare, ma a me sta bene. Certo in Giamaica è la soluzione di vita ideale per me: mi lasciano vivere senza assediarmi – anche se in Italia si sa, le distrazioni non mancano - Ho visto una donna italiana bellissima in palestra, ho sognato che la sposerò e saremo felici’.

Intano lo stadio Olimpico è tutto esaurito, tutto questo per vederlo correre naturalmente, sperando chissà in un nuovo record: ‘Non posso dire che tempo farò, non ho un pregresso recente su cui basarmi. L'obiettivo non è il tempo, ma dimostrare di poter essere sempre ai vertici. Powell è un grandissimo atleta, da anni è tra i primi tre al mondo, mi sorprende che nessuno mi abbia chiesto di lui. È una grande avversario, ogni volta sono scintille con lui, dunque non vedo l'ora di incontrarlo. Lemaitre? Ha grandi potenzialità: se continua così, senza pensare agli altri che è sempre un errore, può entrare tra i migliori tre-quattro al mondo’. Naturalmente occhio a Yohan Blake, che l'11 maggio scorso ha battuto Asafa Powell sui 200 metri a Kingston: ‘Arriverà. Ma io sono ancora più veloce di lui’ e naturalmente Tyson Gay: ‘Un atleta completo, si allena seriamente, non beve, non va alle feste’. Tutto il suo opposto.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019