Excite

Urban Golf, il golf da oggi si fa in strada

Altro che circoli esclusivi ed extra costosi, il golf passa dai verdi green alle strade e questo nuovo sport è già un cult fra tutti quegli appassionati di golf che non si possono permettere ricchi sfondi per soddisfare la loro passione agonistica.

Si chiama Urban Golf o Crossgolf, ed è una variante al tradizionale gioco del golf, con la particolarità che si svolge per le strade delle città, dove invece della classiche buche ci sono tombini, il tutto contornato da musica rock, vestiti anni ’80 e fiumi di birra.

Guarda l'Urban golf su Excite Video

Il tutto è nato in Germania nel 1992, grazie alla brillante idea di Nikola Krasemann and Torsten Schilling che hanno dapprima fondato alcune comunità legate a questo gioco, i "Naturalborngolfers” , e che piano piano si è trasferito, come spesso accade anche grazie ad internet ed al forte impatto mediatico che esso ha, dapprima ad altre nazioni europee fino a sbarcare anche in America spopolando soprattutto tra Miami e San Francisco.

Scongiurati incidenti pericolosi grazie alle imbottiture alle palline di caucciù o piume d’ocaquesto sport si pratica generalmente nelle aree urbane meno trafficate della città, in un stile molto underground, dove maglioncini griffati e camicette bianche sono messi al bando, in ambienti che possono presentare più di un ostacolo, come lavori in corso e perché no qualche poliziotto in vena di multe che più di una volta ha messo in fuga i partecipanti.

Scopo del gioco neanche a dirlo è quello di compiere dei percorsi, generalmente con mazze di breve gettata come i ferri, in massimo tre colpi, anche se i rischi come sempre si nascondono dietro l’angolo, basti pensare alla Seattle Urban Golf League di ottobre, dove la manifestazione è stata sospesa a causa di una palla che ha colpito in pieno volto uno spettatore.

Fatto sta che questo gioco è la nuova evoluzione del golf, una passione travolgente che coinvolge persone di ogni tipo, anche chi non se lo può permettere, e chissà che prima o poi, grazie ad idee di questo tipo, questo magnifico sport non diventi un po’ più accessibile anche a chi non è nato milionario, come ha dichiarato anche Marco Achtner, golfista italiano vincitore dei Cavalli Alati D'Oro 2007: "Credo che l'utenza dell'Urban Golf non sarà mai la stessa che frequenta i circoli della penisola, è troppo lontano dal golf tradizionale che è un gioco di testa e di concentrazione, però potrebbe essere un diversivo rilassante per avvicinare i giovani a questa disciplina solitamente vista come un gioco da nonni".

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017