Excite

Usain Bolt: "Correrò i 200 metri sotto i 19 secondi"

  • Facebook

Essere i migliori, quando ci si chiama Usain Bolt, non può bastare, soprattutto liddove la superiorità è talmente manifesta che serve cercare in continuazione nuove sfide, nuove imprese, per tenere sempre pieno il serbatoio degli stimoli, quelle motivazioni necessarie per scolpire nel mito una carriera già leggendaria.

Megan Edwards, la ragazza di Usain

Perché quando si è giganti vincere contro i nani è un allenamento, se non un passatempo, addirittura. Usain perciò ha deciso di andarsi a cercare altri avversari, ovvero quei limiti umani mai sfidati da nessuno.

Bolt ne ha parlato in occasione di un evento promosso dalla federatletica giamaicana in occasione del quale è stato premiato come miglior atleta del proprio paese.

Dopo aver incassato tre ori a Londra 100 metri, 200 metri e 4x100), ora Bolt, 27 anni, mette nel mirino Rio De Janeiro, ma non solo. "Voglio correre i 100 metri in meno di 9" e 40" ha dichiarato una settimana fa, un concetto ribadito e rafforzato ieri.

"Sto lavorando ad un'altra sfida, voglio coprire i 200 metri in meno di 19 secondi". Un'impresa fuori dalla portata umana? John Barrow, un matematico di Cambridge non è d'accordo: "Se Bolt riducesse i tempi di reazione allo start ed avesse condizioni meteorologiche adatte, ptrebbe riuscirci".

"Ma sarà impossibile scendere sotto i 9" 20", ha ammesso però il giamaicano "Non è una questione di allenamento, si tratta di una questione strutturale". Il record sui 100 metri è di 9" 58, quello sui 200 metri di 19"19.

Il professor Antonio Dal Monte è fiducioso sulle possibilità di Usain Bolt. "Al giorno d'oggi ci sono così tanti incroci di razze che non capisco quale possano essere i limiti da non poter raggiungere. Nessun traguardo è precluso".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018