Excite

Val d’Isere, la Fanchini conquista il bronzo

La Fanchini c’è. Terzo posto sudatissimo per l’atleta bresciana che nella discesa libera sulla contestatissima pista Face de Bellevarde vince un bronzo insperato, anche a seguito della caduta nelle prove che l’ha pesantemente condizionata, dietro di 5/100 alla svizzera Lara Gut e alla ancora una volta imprendibile Lindsey Vonn che porta a casa il secondo oro di questo Mondiale.

Guarda la nostra photogallery dedicata a Nadia Fanchini

"E' stata una tortura - ha detto Nadia Fanchini nel parterre d'arrivo della discesa -. Aspettare le altre. Prima quando ero seconda per 5/100, poi terza con lo spettro di finire ancora quarta per un nulla, come a Bormio nel 2005, dove chiuso al quarto posto per 3/100... Mi sono accorta di avere fatto dei piccoli errori, ma purtroppo avevo fatto questa pista intera una sola volta in allenamento e qualche particolare mi è sfuggito".

Una Fanchini che ha interpretato molto bene la gara, pagando profumatamente una piccola sbavatura dopo la curva Russi, sbavatura che quando si corre sul filo dei centesimi le è costata molto cara, ma che comunque non toglie nulla alla prestazione dell’italiana, battuta solo dalla diciottenne Gut, che mostra già un piglio da diva e sugli sci, nonostante un passato burrascoso, non le manda a dire a nessuno, e alla Vonn, sempre più potente, sempre più concentrata.

Per quanto riguarda le altre azzurre c’è da segnalare un anche l’ottimo l'ottavo posto di Wendy Siorpaes, che dimostra di stare sempre meglio dopo ogni gara, mentre Daniela Merighetti si è classificata al 16° posto a 2"94 dalla vincitrice e Verena Stuffer, 23ª a 3"95.

Per gli uomini invece, in mattinata si è svolta la prima manche che vede Aksel Svindal e Bode Miller nettamente in testa staccati dal resto del gruppo, una prestazione che dimostra come la pista Bellevarde, più corta di mezzo minuto rispetto al precedente impegno, sia più abbordabile se le condizioni climatiche e soprattutto la visibilità sono buone. Per gli atleti azzurri bene Christof Innerhofer che ha chiuso settimo con il tempo di 1"74, arrivato al traguardo stremato come ha ammesso lui stesso. Peter Fill è sceso invece più cauto, in attesa dello slalom di oggi pomeriggio quando si sentirà probabilmente più sicuro, partirà in ogni caso 16° con un ritardo di 2"24. Staudacher ha segnato il nono tempo a 1"81, mentre Thanei ha rimediato 3"91.

Alle 17 prenderà il via lo slalom.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017