Excite

Val d’Isere, Supercombinata amara per gli azzurri

La Supercombinata dei Mondiali di Val d'Isere doveva essere una gara noiosa, o comunque già scritta, soprattutto per quanto riguardava le donne, infatti come previsto la statunitense Lindsay Vonn, vincitrice dell’oro nel Super G femminile era già in testa, alla fine della prima anche già era in testa.

Ma la seconda manche è stata tutta un’altra storia specie per la nostra altoatesina Johanna Schnarf, che dopo aver rimediato solo il 18° posto, ha dato spettacolo risalendo la classifica fino al primo posto, posizione che ha mantenuto fino poi a doversi accontentare del sesto posto a 55/100 dalla vittoria. Vince l’austriaca Kathrin Zettel, che approfittando dell’errore della Vonn che salta una porta e viene dunque squalificata, mette gli sci davanti alla svizzera Lara Gut, argento e alla austriaca Elisabeth Goergl, bronzo.

Per gli uomini invece male gli italiani. L’oro se lo aggiudica ancora Didier Cuche con il tempo di 2’06"98, dopo il primo conquistato in SuperG, davanti al norvegese Aksel Lund Svindal (staccato di 11/100) e a Bode Miller (a 32/100).

La visibilità oggi era migliore, nonostante la giornata fosse cominciata con le proteste degli atleti che lamentavano piste troppo veloci e a visibilità zero in presenza di nuvole, soprattutto difetto lamentato nel versante della pista Bellevarde e se n’è accorto anche Peter Fill, che ha chiuso la gara al 11° posto "Molto meglio di ieri - dice Fill, d’argento nel superG di mercoledì - finalmente sono riuscito ad attaccare, si vedeva meglio. C’è ancora qualcosa da migliorare, adesso studierò un po’ il video. I favoriti sono Cuche e Miller, ma altri italiani ci proveranno".

Per quanto riguarda gli altri italiani il migliore è stato Christof Innerofer, settimo a un secondo, Heel (14° a 2"43) e 19° Thanei, che sarà il quarto azzurro al via domani.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017