Excite

Valerio Cleri: "Il Mondiale? Un sogno che si realizza!"

 di Alessio Molla

Valerio Cleri, il fenomeno romano che nella 25 km nel mare di Ostia ha vinto il primo oro nei Mondiali di nuoto di Roma 2009, davanti al suo pubblico, nel suo mare, si racconta ad Excite parlando della propria vita da nuotatore, ma non solo…

Riguarda il video dello splendido oro di Valerio

Valerio ciao, innanzitutto complimenti! Cosa si prova a compiere un’impresa così?
E’ stata una grande emozione e sopratutto un grande sogno che si realizza…

Quando arrivi sul traguardo e tocchi il nastro è più la voglia di urlare o svenire dalla fatica, la 25 km è devastante…
Quando vedi che sei il primo ad arrivare la fatica scompare del tutto!

Dalla tv era davvero difficile capire che succedeva in acqua, le onde ogni tanto vi facevano scomparire, e le meduse non si vedevano, qual'è stato il momento peggiore?
Sinceramente è stato quando pensavo di non farcela…

Raccontaci…
Beh, è stato faticosissimo ma quando ho avviato il passo nessuno mi ha più fermato!

Parliamo della 10 km, dall’acqua cosa hai percepito in quel momento decisivo quando aspettavate l’esito del ricorso?
Io ero calmo perché per me ad un Mondiale il quarto posto era già un onore, ma se fossi terzo sarei stato ancora più soddisfatto.

Poi invece è arrivato l'oro...a chi lo dedichi?
A tutti quelli che, anche quando ho chiuso quarto, mi hanno sostenuto e anche a quelli che hanno tifato per me tutte le 6 ore…

Sei il primo uomo a vincere una medaglia per l’Italia e fin’ora anche l’unico, dicono che le donne sono più forti dei maschi in questo Mondiale, è vero?
Sì, le donne hanno dimostrato forza e grinta e soprattutto coraggio, come Tania che ci ha dato il primo bronzo dopo parecchie medaglie di legno e come Francesca Vitale, grande medaglia di bronzo!

Sei a ancora Roma immagino, che rapporto c’è con gli altri atleti in questo clima mondiale?
Tra noi c'è amicizia ma non manca mai la competizione, poi in inverno facciamo meno allenamento.

Chi è il più "caciarone" tra di voi?
Beh è Andrea che è stato nel suo primo mondiale e ha fatto bene.

Ok, cambiamo un pò argomento, nella vita che fai oltre nuotare e quante ore dedichi all’allenamento?
Beh un pò di tutto, cerco di vivere al meglio. In media facciamo quattro o cinque ore in mare di allenamento nel mare, in inverno invece il ritmo cala.

Pensi che ci dovrebbe essere maggiore attenzione nei confronti degli "sport minori"?
Sì, ci vorrebbe maggiore attenzione nei confronti di questo sport, perché siamo in pochi che praticano questo sport.

Domandina personale, sei fidanzato?
Diciamo che ho una relazione!

Dicci un po’… lì ci sono un sacco di bellissime atlete da tutto il mondo, chi è la più bella??
Sono tutte belle…

…Dai sbilanciati …
…Ma la più bella e socievole è Federica Pellegrini, è brava fuori e dentro dall’acqua!

Vuoi fare un saluto o ringraziare qualcuno per questo grande obiettivo che hai raggiunto?
Si, saluto tutti quelli che mi hanno sostenuto, e specialmente quella che ci ha portato a quota due medaglie d’oro, cioè Federica.

Quando ti rivedremo in acqua? Che progetti hai per il futuro?
Boh, per ora dopo qui andrò in vacanza e poi vedremo…

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017