Excite

Vento Ferrari dalla Corea, Alonso vince ed è 1° nel Mondiale

Tutti erano curiosi di sapere cosa ne sarebbe stato del Gp della Corea del Sud ed ora che lo spettacolo è finito, oltre agli acquazzoni, le safety cars e la partenza incolonnata, ecco che il verdetto finale sancisce nella memoria degli spettatori l’immagine del sorpasso finalmente avvenuto in classifica mondiale di Fernando Alonso su Mark Webber.

Guarda le foto più belle del GP della Corea

L’australiano può recriminare solo nei suoi confronti dato che è lui stesso ad autoeliminarsi finendo contro un muro a causa delle pozze d’acqua presenti sul circuito proprio mentre era al comando, lasciando battaglia ai tre protagonisti prossimi, Vettel che tirava come un treno spedito verso il successo ed Alonso ed Hamilton dietro a rincorrere.

Quando ecco che il week end nero della Red Bull raggiunge il suo compimento quando, al 44° giro, il motore di Vettel saluta la pista ad Alonso che incredulo, ma perfetto fino all’ultima curva vola verso il traguardo che gli vale la leadership con 231 punti, davanti a Webber fermo a 220 ed Hamilton che segue in terza posizione a 210 quando mancano due gare alla fine della stagione.

Un finale da cardiopalma, proprio come lo è stata la gara di Michael Schumacher che sul bagnato sguazza come un pesce e con un sorpasso dietro l’altro arriva fino al 4° posto dietro ad un bravissimo Felipe Massa. Cambia di nuovo tutto, ora davanti c’è Alonso e non resta se capire se qualcuno avrà la forza o la fortuna per andarlo a prendere, nonostante i piedi restino ben saldamente ancorati a terra: ‘Credo sia la mia prima vittoria bagnata. Direi che è davvero speciale. Questa vittoria non cambia niente. Con il sistena di 25 punti per gara ci sono almeno quattro o cinque piloti ancora in lizza’.

Neanche a dirlo Webber invece è a pezzi, ma Alonso è avvisato: ‘È stato un mio errore, non è la mia giornata - ha detto l'australiano - ma il mio Mondiale non finisce qui. Ora le posizioni ora non contano. Contano i punti, questo è il mio secondo ritiro quest'anno. Abbiamo ancora a disposizione due gare e dobbiamo fare il massimo. Qui ho sbagliato io, senza discussioni: ho messo una ruota sul cordolo all'uscita della curva 12. Ho perso il controllo, ho pensato di poter rimediare ma non c'è stato modo di farlo. Ora sono indietro in classifica ma siamo tutti lì raccolti’.

    Ordine d’arrivo Gp di Yeongam:
  • 1. Fernando Alonso (ESP/Ferrari)
  • 2. Lewis Hamilton (GBR/McLaren-Mercedes)
  • 3. Felipe Massa (BRA/Ferrari)
  • 4. Michael Schumacher (GER/Mercedes)
  • 5. Robert Kubica (POL/Renault)
  • 6. Vitantonio Liuzzi (ITA/Force India-Mercedes)
  • 7. Rubens Barrichello (BRA/Williams-Cosworth)
  • 8. Kamui Kobayashi (JPN/Sauber-Ferrari)
  • 9. Nick Heidfeld (GER/Sauber-Ferrari)
  • 10. Nico Hülkenberg (GER/Williams-Cosworth)
  • 11. Jaime Alguersuari (ESP/Toro Rosso-Ferrari)
  • 12. Jenson Button (GBR/McLaren-Mercedes)
  • 13. Heikki Kovalainen (FIN/Lotus-Cosworth)
  • 14. Bruno Senna (BRA/Hispania-Cosworth)
  • 15. Sakon Yamamoto (JPN/Hispania-Cosworth)

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019