Excite

Webber e Vettel fanno pace... anche questa settimana

Amici, amici e ancora amici. Questa è la parola d’ordine in casa Red Bull dove ogni settimana si passa più tempo a far passare il messaggio che Webber e Vettel non siano in conflitto piuttosto che a sistemare le macchine affinché corrano entrambi senza differenze la domenica.

Fatto sta che dopo le sacrosante parole di Mark Webber dopo il trionfo nell’ultimo Gp 'non male per un numero 2’ e ‘Se avessi saputo che la situazione sarebbe stata questa, non avrei prolungato il contratto’, riferendosi naturalmente alla vicenda delle modifiche apportate alla macchina di Sebastian Vettel e non sulla sua, dopo la riunione nel quartier generale di Milton Keynes secca è arrivata la smentita con tanto di guanciotte rosse sul sito della Red Bull: 'Il malumore nato dopo le qualifiche di sabato è sfociato domenica - spiega Webber -. Ma dipendeva solo dal fatto che io, come qualsiasi pilota in griglia, volevo le migliori chance di vittoria. Sebastian ha ottenuto la nuova ala per ragioni che non mi sono state spiegate fino a sabato pomeriggio'.

'Vettel e io non siamo nemici – continua l’australiano - si tratta di cose dette a caldo, probabilmente non andavano dette’ ma ricordarsi bene che: 'Se dovessimo ritrovarci davanti ad un simile dilemma, la preferenza andrebbe al pilota con più punti nel Mondiale'. E adesso davanti c’è lui e già si pensa alla Germania: 'Il Gp di Gran Bretagna ha regalato uno splendido risultato a me e alla squadra. Non possiamo però guardare troppo negli specchietti, dobbiamo pensare al Gp di Germania. Abbiamo voltato pagina’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019