Excite

Wimbledon 2013: è Djokovic-Murray, oggi alle 15 finale femminile Lisicki-Bartoli

  • Getty Images

Tante sorprese nel corso del torneo ma una finale che non spiazza più di tanto: domani sull'erba di Wimbledon sarà Andy Murray, testa di serie n.2 a sfidare il numero 1 al mondo, Novak Djokovic.

Il secondo venerdì all'All England Club è stato lunghissimo con Djokovic che ha battuto Juan Martin Del Potro dopo quattro ore e 43 minuti di grande tennis (7-5, 4-6, 7-6, 6-7, 6-3). Una sfida incerta fino all'ultimo punto, e della storia di Wimbledon come la più lunga, in ordine di tempo, semifinale di sempre: battuto il precedente record di quattro ore e 1' stabilito dal match tra Boris Becker e Ivan Lendl nel 1989.

"E' stata senza dubbio una delle più belle ed emozionanti partite della mia carriera- ha detto Djokovic -. Entrambi abbiamo giocato un gran tennis, dal primo all'ultimo minuto. E per me è stato un grande privilegio vincere un match così epico. Non è la prima volta che vinco un incontro così lunghi ma non mi era mai capitato di mantenere un livello di tennis cosi' alto per cosi' tanto tempo contro un top-player".

Per centrare il settimo Slam in carriera, domani, Djokovic dovrà battere l'idolo di casa Murray, che ha superato il polacco Jerzy Janowicz (6-7, 6-4, 6-4, 6-3), dopo due ore e 51' di gioco, e una pausa per la chiusura del tetto. Nell'unico confronto sull'erba, in occasione dei Giochi Olimpici di Londra 2012, lo scozzese ha battuto proprio il serbo con un duplice 7-5.

Oggi alle 15 ora italiana) in programma la finale femminile “a sorpresa”: Marion Bartoli, testa di serie n.1 e qui finalista nel 2007 contro la tedesca Sabine Lisicki, testa di serie n.23.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019